Crea sito

“Due sirene in un bicchiere” – ritrovare la felicità, Federica Brunini

Il romanzo “Due sirene in un bicchiere” è stato scritto da Federica Brunini e pubblicato nel 2018.

Mar Mediterraneo, isola di Gozo. Su questa tranquilla isoletta Dana e Tamara gestiscono il B&B delle Sirene Stanche. Le due donne padrone di casa non potrebbero essere più diverse. Dana è una ragazza giovane, solare, esuberante, appassionata di yoga e di attività all’aria aperta. Tamara ha 44 anni, un carattere più chiuso e introspettivo. Le piacciono i luoghi solitari, e ama dedicarsi alle sue opere d’arte in completa solitudine. Anche il B&B è molto particolare. Non lo si trova su internet, e per potervi soggiornare occorre inviare una lettera rigorosamente scritta a mano, nella quale vanno elencate le motivazioni della scelta. Solo chi viene accettato da Dana e Tamara potrà trascorrere 10 giorni sull’isola.

Sì, perché al B&B delle Sirene Stanche non ci si va per passare una vacanza in relax. Ci si va per superare un lutto, una grande delusioni di vita, un periodo particolarmente nero. Dana la considera una vacanza detox, durante la quale gli ospiti trovano il tempo per riflettere, piangere, accettare la loro condizione e gioire dei loro progressi emotivi.

“Ci sono tre giorni per piangere, tre per guarire, tre per gioire…e uno per far festa.

Per Olivia, Lisa, Lara, Jonas ed Eva, i cinque ospiti, sta per iniziare un percorso detox a loro dedicato, che li porterà ad una rinascita. Ognuno arriva al B&B con il proprio dolore, restio a parlare e ad aprirsi con gli altri. Ma Dana e Tamara hanno in mente per loro una grande svolta. Già dalla scelta delle camere, che tutto è fuorchè casuale, inizia a delinearsi come procederà la vacanza. Ogni persona verrà accompagnata da una frase scritta dietro la porta, che farà da guida al loro percorso introspettivo.

Inizia così il percorso che i cinque ospiti affronteranno insieme, tra picchi di gioia condivisa e battute d’arresto. Ma stavolta sembra accadere qualcosa di nuovo al B&B. Gli ospiti sono stati sinceri? Ognuno è davvero chi dice di essere? Ma soprattutto, riuscirà Tamara a celare il suo grande segreto senza essere scoperta?

Il romanzo inizia direttamente nel vivo della vicenda, portandoci subito a conoscere i protagonisti. Inizialmente di loro sappiamo ben poco, se non qualche informazione rudimentale che carpiamo dai vari dialoghi. Ma la sapiente penna di Federica Brunini ci guiderà, pagina dopo pagina, tra le scogliere e le spiagge dell’isola, dove impareremo a conoscere i vari personaggi. Ognuno di loro ha un tratto distintivo predominante: Lisa e Lara, le gemelle, sono l’esatto opposto. Una è amante dei selfie e dei social, l’altra è chiusa e introversa. Olivia è una cuoca paziente, Jonas un uomo tenace ed Eva una donna ambigua e arrivista.

A loro insaputa, i protagonisti sono stati scelti da Dana e Tamara, che dalle loro lettere hanno cercato di amalgamarli per creare un gruppo eterogeneo di persone, perfetto per la vacanza detox. Inizialmente sconosciuti, i personaggi inizieranno ad interagire tra loro aiutandosi a superare quello che li ha condotti sull’isola. Non mancano scaramucce e litigi, anch’essi propedeutici al percorso di rinascita.

Via via che ci addentriamo nella vicenda iniziamo ad affezionarci a qualcuno di loro, e capiamo che sotto alla sofferenza c’è una gran voglia di andare avanti, di superare quel momento buio che sta frenando le loro vite.

Il mare è la figura chiave di tutto il romanzo. Il protagonista e l’antagonista assoluto. Il mare custodisce emozioni forti, racchiude segreti inconfessabili, fa da spalla su cui piangere ma è anche un demone crudele. Perché capita che chieda qualcosa in cambio. Le meravigliose onde azzurre possono trasformarsi in uno specchio nero in cui rimanere invischiati per non uscirne più. Solo la collaborazione dei cinque ospiti, di Dana e di Tamara riuscirà a far luce di nuovo in una storia buia nascosta da troppi anni.

Un romanzo dolce e amaroromantico e schietto, che si legge d’un fiato fino alla fine. La felicità e il dolore dei personaggi, descritto in maniera appassionata e cruda, dona a questo libro un turbine di emozioni difficile da abbandonare una volta terminato. Un ottimo spunto per riflettere su quello che abbiamo e su quello che ci viene tolto. Un inno alla felicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.