Crea sito

“Fiorire d’inverno” – vi racconto la mia malattia, Nadia Toffa

Il libro “Fiorire d’inverno” è stato scritto da Nadia Toffa, famosa per essere una delle Iene più amate della televisione italiana. Il romanzo è stato pubblicato il 9 ottobre 2018.

“Ho sempre creduto che la vita fosse disporre sul tavolo, nel miglior modo possibile, le carte che ti sei trovato in mano. Invece all’improvviso ne arriva una che spariglia tutte le altre, e la vita è proprio come ti giochi quell’ultima carta. Per ciascuno di noi l’esistenza è costellata di eventi che in prima battuta sono sembrati inaffrontabili, e invece poi hanno portato a una rinascita, a un nuovo equilibrio. Penso che ci sia un ordine più saggio che governa il mondo e di cui spesso ignoriamo il senso, la prospettiva. Per questo ho una grande fiducia, mi alzo sempre col sorriso. Certo che preferisco il sole, ma quando ci sei in mezzo scopri che anche la neve ha la sua bellezza. La malattia, l’avere bisogno di aiuto, mi hanno costretto a riprendere contatto con la mia parte più tenera e indifesa, quella più umana. Era come se mi fossi dimenticata che la fragilità non è una debolezza, ma è la condizione dell’essere umano ed è proprio lei che ci protegge, perché ci fa ascoltare quello che proviamo, quello che siamo, nel corpo e nel cuore.”

E’ questa l’introduzione che scrive Nadia per il suo nuovo romanzo, un incipit che trasporta il lettore direttamente verso l’argomento centrale. La carta che sparpaglia tutte le altre per Nadia è stata la diagnosi di un cancro, che si è presentata all’improvviso nella sua vita, ribaltandola completamente come fosse un calzino.

La vita di Nadia Toffa si può dividere tra un “prima” e un “dopo”. La vita di prima, ignara di tutto e convinta che tutto sarebbe sempre andato nel migliore dei modi, è costellata di successi e soddisfazioni. Nadia ha sempre dimostrato una grande forza d’animo, animata da quella tenacia e quel carisma che siamo da sempre abituati a vedere durante la trasmissione Le Iene. Nella sua vita di prima, Nadia si realizza pienamente sia dal punto di vista professionale sia nella vita privata.

Poi però, la vita decide di cambiare le carte in tavola. Il 2 dicembre 2017, Nadia viene colta da un malore durante un servizio per le Iene girato a Trieste, e si allontana per un periodo dal mondo dello spettacolo. L’11 febbraio 2018, la Toffa, nel programma televisivo le Iene, dichiara di essere ammalata di cancro, riconfermandolo poi il 13 ottobre 2018 in una puntata di Verissimo.

Dal momento in cui Nadia Toffa rivela al pubblico di avere il cancro, sui social si scatena un vero e proprio inferno. Chi la sostiene con messaggi di empatia, chi la critica duramente per la sua decisione di parlare della sua malattia. La iena apre nel suo libro un capitolo molto articolato che tratta dell’uso smodato dei social network, e di come sia facile per gli altri scrivere frasi pesanti e cattive, in grado di ferire, senza neanche conoscere a pieno la situazione. Nonostante le innumerevoli critiche però, Nadia ammette che il cancro, da un certo punto di vista, l’ha aiutata. “La malattia, l’avere bisogno di aiuto, mi hanno costretto a riprendere contatto con la mia parte più tenera e indifesa, quella più umana“, dice la iena. Il cancro debilita il corpo e la mente, mina i sentimenti, è come una durissima prova del fuoco capace di smuovere in ogni individuo una forza d’animo e delle potenzialità finora sopite.

Per ciascuno di noi l’esistenza è costellata di eventi che in prima battuta sono sembrati inaffrontabili, e invece poi hanno portato a una rinascita, a un nuovo equilibrio. Per questo ho una grande fiducia, mi alzo sempre col sorriso. Certo che preferisco il sole, ma quando ci sei in mezzo scopri che anche la neve ha la sua bellezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.