Crea sito

“Fossi in te io insisterei” – cambiare si può, Carlo Gabardini

Carlo Gabardini, conosciuto al grande pubblico per il ruolo di Olmo della sitcom “Camera Cafè“, presenta il suo primo libro, pubblicato il 31 marzo 2015. “Fossi in te io insisterei” questo il titolo dell’opera, in cui l’attore scrive una lunga lettera al padre.

Ciao papà, non so se ti spedirò mai questa lettera, ma intanto la scrivo. Ti devo dire delle cose perché qua la vita si fa complessa ed è sempre più difficile capire, restare lucidi, trovare un senso, interrogarsi sulla felicità.”

Sono queste le parole con le quali Gabardini ha scelto di iniziare il proprio libro: parole semplici ma forti allo stesso tempo, che lasciano chiaramente intendere la difficoltà di dialogo tra un padre, tanto amato e stimato da tutti, ed un figlio che si è sempre sentito inadeguato e messo in ombra dal padre.

Il libro racconta numerose vicende familiari, ambientate in una Milano a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta dove un giovane Gabardini è cresciuto e ha formato la propria personalità. Nel libro l’autore racconta i momenti di intimità in famiglia, le cene con i genitori e i fratelli, i tè notturni diventati fin da subito momento perfetto per le confessioni, il proprio sogno di fare l’attore, le aspettative dei suoi genitori che lo volevano avvocato, i primi innamoramenti e i turbamenti sessuali.

E poi la morte del padre: un evento che Gabardini non riesce ad accettare. Per non pensarci, Carlo si tuffa a capofitto nel lavoro, trascurando completamente amori ed affetti e cercando, più o meno inconsciamente, di mettere un freno a quello scombussolamento che percepisce dentro di sé.

Nell’ottobre del 2013 un ragazzo omosessuale decide di togliersi la vita perché non accettato dai genitori e dagli amici. Il fatto scuote molto profondamente Gabardini, tanto da scrivere una lettera al quotidiano “La Repubblica”. Nella lettera, egli dichiara molto apertamente e serenamente la propria omosessualità, affermando che “essere gay è bellissimo”.

Il libro “Fossi in te io insisterei” sembra all’apparenza un diario scritto più per sfogarsi durante un periodo particolarmente delicato della vita dell’autore. Carlo Gabardini scrive invece questo libro per tutti, per aiutare tutti a prendere delle decisioni nella vita, anche quelle più difficili che sembrano andare controcorrente.

Carlo ha il coraggio di fare ciò che molti adolescenti vorrebbero ma non hanno il coraggio di fare: scrivere una lettera al padre. “Stavo male. Mi sono detto: scrivi a tuo padre, gli parli e gli dici quello che vuoi dirgli veramente”. Per Carlo è più facile scrivere delle lunghe lettere, perché con il padre si sente in soggezione. Il padre ha un buon lavoro, è una persona colta ed è molto stimato da tutti, lui invece si sente sempre in soggezione in sua presenza, tanto da far fatica anche a parlare.

Nonostante la sua voglia di indipendenza e maturità, Carlo vive da figlio, si considera il “numero 3” (in quanto terzo fratello), e racconta la sua vita in famiglia con ironia.  Fin a quando il padre muore, e lui diventa adulto in un attimo. E’ a questo punto che a Carlo vengono in mente tutte le parole che non ha mai detto a suo padre, e che adesso non gli può più dire. Questa parte è la più struggente, lo stesso Gabardini ammette di aver versato parecchie lacrime scrivendola.

Attraverso questo libro, Carlo, con grande spontaneità, confessa al padre tutto quello che avrebbe voluto dirgli quando era ancora vivo. Inizia così a prendere in mano la propria vita, sentendosi libero di scegliere senza essere giudicato. Il messaggio di fondo che accompagna il lettore per tutto il libro è quello che dice che cambiare si può, basta volerlo.

“il coming-out non è un’esclusiva degli omosessuali, ma di tutti. Perché “venir fuori”, mostrarsi per chi si è realmente, urlare cosa si desidera per la propria esistenza, non concerne solo la sfera sessuale, riguarda il nostro senso di stare al mondo. Fare coming-out significa cominciare a vivere”.

Booktrailer del libro “Fossi in te io insisterei”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.