Crea sito

“Hai detto trenta?” – crescere, Ilaria Sirena, Silvia Rossi e Stefania Rubino

Il libro “Hai detto trenta?” è stato pubblicato nel 2018 da Ilaria Sirena, Silvia Rossi e Stefania Rubino, ideatrici del blog I Trentenni.

Ai tempi del liceo, Andrea, Lea e Viola formavano un trio inseparabile. Organizzavano tutto insieme, dalle serate in discoteca alle vacanze, con il sottofondo delle canzoni di Cesare Cremonini. Erano gli anni Novanta, anni in cui ancora i social network non avevano preso piede, il cellulare era un’utopia, e il pomeriggio ideale consisteva nel chiacchierare pigramente davanti ad un gelato e un po’ di shopping. Le tre amiche si erano promesse a vicenda che non si sarebbero mai perse di vista e avrebbero continuato la loro vita felice e spensierata per sempre.

A distanza di tanti anni, le cose sono molto cambiate. Viola ha completamente perso di vista le altre due amiche, lavora nel ramo della moda, vive una relazione altalenante con un uomo sposato, e non è molto soddisfatta delle sue scelte. Lea è sposata e Andrea sta per andare a convivere con il suo compagno. Un giorno, mentre prepara gli scatoloni per il trasloco, Andrea ritrova una vecchia Smemoranda, con tutte le dediche delle sue migliori amiche e le promesse adolescenziali. Ma la cosa che più la colpisce è una lista di cose da fare prima dei trent’anni. Le cose ancora da spuntare sono tante, e Andrea si ritrova a pensare con malinconia ai bei tempi andati, e sul perché la loro compagnia si sia pian piano sciolta. D’un tratto le viene un’idea. Non sarebbe bellissimo riunire le amiche e partire per un viaggio on the road per cercare di completare la lista? Poco importa se ormai hanno tutte più di trent’anni.

Così Andrea, da sempre la più esuberante del gruppo, contatta Lea e Viola. Dopo essersi ritrovate, e non senza difficoltà, le ragazze decidono di partire insieme.

Il viaggio è mal organizzato, ma offre alle tre vecchie amiche la possibilità di riscoprirsi, notare quanto sono cambiate nel tempo e scoprire cosa le aveva fatte allontanare. Ci sono scoppi di rabbia, litigi e lacrime amare, ma il perdono è dietro l’angolo.

Il romanzo “Hai detto trenta?” è un vero e proprio tuffo negli anni Novanta, che fanno da filo conduttore durante tutte le vicende. La Smemo, i concerti di Cremonini, le All Star, le magliette della Onyx sono tutti oggetti che richiamano momenti felici e spensierati nella mente delle protagoniste. Sono ormai lontani i giorni in cui si ritrovavano a parlare delle loro cotte adolescenziali, dei primi baci e delle prime corna. Ormai i loro pensieri riguardano il lavoro precario, la convivenza, il matrimonio e i figli che non arrivano. Delle liceali spensierate sembra non essere rimasto nulla, così come della loro solida amicizia.

Ma l’amicizia, quella vera, non muore mai, e dopo alcune difficoltà iniziali, Andrea, Lea e Viola partono per il viaggio che avrebbero dovuto fare insieme tanti anni prima. La lista delle cose da fare è lunga. Baciare Cesare Cremonini, fare il bagno nude, limonare con uno sconosciuto (meglio se straniero), sono solo alcuni dei punti mancanti.

Le protagoniste hanno schemi comportamentali fissi. Andrea è esuberante, prende le decisioni “di pancia”, senza pensare alle conseguenze. È un fiume in piena difficile da arginare, che nasconde però una grande insicurezza e la paura di crescere. Lea è da sempre la voce razionale del gruppo. Pacata e timorosa, pensa sempre troppo alle conseguenze di tutto quello che fa, e ha una visione chiusa e un po’ bacchettona. Viola è la più misteriosa. Non vuole svelare fino all’ultimo perché ha deciso di scappare all’estero dopo il liceo. Fa un lavoro che non la soddisfa e sta con un uomo che forse non è quello giusto.

Il viaggio insieme aiuterà le vecchie amiche a ritrovare l’amicizia perduta e a capire che è il momento di crescere e di prendere le decisioni della vita adulta senza paura.

Un finale malinconico ed introspettivo conclude il romanzo che fa della nostalgia il suo tratto predominante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.