Crea sito

“Se il mare prende fuoco” – mafia, amore, violenza e passione, L. A. Witt

Il romanzo “Se il mare prende fuoco” è stato pubblicato il 5 aprile 2016. La scrittrice L. A. Witt, di origine americana, scrive da anni romanzi che hanno come tema centrale la mafia e l’amore in tutte le sue forme e sfaccettature.

Sergei Andronikov era solo un bambino quando la mafia ha sterminato la sua famiglia, lasciandolo senza niente eccetto la sua sete di vendetta. Anni dopo lavora come sicario per le tre famiglie mafiose che dominano Cape Swan. Grazie ad una spietata strategia studiata per anni ed alla sua infinita pazienza è quasi nella posizione di poterle annientare tutte dall’interno.

Domenico “Dom” Maisano è un mafioso di alto rango, un uomo d’onore e… un killer. È intrappolato in una vita violenta a cui non può sfuggire, lottando per difendere un’immagine che non vuole e per reprimere dei desideri che non può soddisfare.

Un incontro casuale fa incrociare le strade dei due assassini. Anche se Dom sa che è un gioco pericoloso, è affascinato e continua a tornare da Sergei. Anche Sergei non riesce a resistergli. Dom rappresenta tutto ciò che ha intenzione di distruggere, ma è anche tutto ciò che ha sempre desiderato in un uomo.

Intrappolati nelle realtà in cui vivono, i due uomini continuano i loro incontri clandestini, che si spingono sempre di più verso una storia d’amore vera e propria, anche se impossibile da portare alla luce del sole. Oltre ad essere un rifugio dalle vite violente, le squallide camere d’albergo in cui si ritrovano diventano il loro confessionale. Durante questi incontri i due amanti si confessano, tenendo però per sé il loro più grande segreto.

Finalmente Sergei riceve l’incarico che stava aspettando… l’omicidio che potrebbe mettere in ginocchio la mafia di quella città.

Ma quando un boss fa una mossa inaspettata, Sergei deve scegliere se sferrare il colpo mortale alle famiglie che ha giurato di eliminare o se proteggere l’uomo che si è ripromesso di non amare.

E la scelta sbagliata… o anche quella giusta… li distruggerà entrambi.

Questo romanzo, all’apparenza l’ennesima storia su mafiosi e omicidi violenti, è decisamente fuori dagli schemi e tocca temi molto diversi tra loro. Una storia coinvolgente già dalle prime battute, che unisce mafia e amore in un connubio mai raccontato ma perfettamente indovinato.

Questa particolarità si nota dal primo capitolo, nel quale il lettore fa la conoscenza di Sergei e Dom.

Sergei è un ballerino di lap-dance in un locale gay, che gli offre la copertura perfetta per il suo vero lavoro. Sergei fa il killer di professione, assoldato dalle famiglie mafiose per i loro regolamenti di conti.

In realtà, Sergei odia profondamente la mafia e la sua collaborazione nasconde un interesse personale che è la sua unica ragione di vita. Facendo il cecchino, il ragazzo uccide su commissione membri importanti delle varie famiglie mafiose più in vista in città, mirando a far scoppiare una vera e propria guerra tra boss, che porti all’annientamento della malavita.

Domenico Maisano è un mafioso. Cresciuto dal temibile Corrado Maisano, il boss dell’omonima famiglia, svolge per lui tutti i lavori sporchi. E’ bravo e preciso nel suo lavoro di sicario. Ma Dom, all’insaputa di tutti, odia le sue origini e detesta la sua vita costellata di violenze e crudeltà gratuite. Non osa però ribellarsi al boss, ben sapendo che l’unico modo per fuggire a quella vita che non sopporta è la morte.

La sua strada incrocia quella di Sergei una sera, per caso, quando il ballerino lo salva da un’aggressione che potrebbe costargli la vita. Tra i due scoppia la scintilla. Una scintilla che non dovrebbe esistere, un’attrazione proibita che condannerebbe a morte Dom, se venisse scoperto, perché nessun mafioso può essere omosessuale.

Pur non conoscendosi e non sapendo niente delle rispettive vite, Sergei e Dom continuano a frequentarsi contro ogni buon senso, arrivando spesso ad un passo dall’essere scoperti. Le notti di sesso diventano notti d’amore, che strappano i protagonisti alle loro vite violente e travagliate. Di giorno, Sergei fa il cecchino e Dom il mafioso, di notte, i due diventano teneri amanti.

Finchè un giorno, l’obiettivo di Sergei diventa Dom. Il ragazzo cercherà quindi di stravolgere i suoi piani, fino alla decisione finale, sofferta e pesante, la quale rispecchierà la sua vera priorità.

La trama è intensa, coinvolgente, brillante. Entra dalle prime parole nel vivo dell’azione, e non perde mai il ritmo incalzante. Le descrizioni dei riti di iniziazione per diventare uomini d’onore, gli omicidi e i pestaggi sono descritti con crudo e dettagliato realismo.

Di contro, la storia romantica tra Dom e Sergei è raccontata con dolcezza e tenerezza, senza dimenticare alcune scene hot. Nonostante i due protagonisti facciano i sicari di professione, il lettore si immedesima immediatamente con loro, con il loro dolore per la vita che fanno e le loro paure.

Un romanzo che bilancia perfettamente il dramma e la violenza con l’amore e la passione, unico nel suo genere.

“Tutto ciò che doveva fare era sparare a Dom. Dritto alla nuca. Sparargli. Lasciarlo cadere a terra. Guardarlo morire.

Non è Dom.

E’ un Maisano.

E’ l’obiettivo.

Eccetto che è Dom.

E’ un uomo d’onore. E’ uno di loro. E’….Dom.

Merda”.

2 Risposte a ““Se il mare prende fuoco” – mafia, amore, violenza e passione, L. A. Witt”

  1. Ho trovato questo libro su Amazon a pochi euro, e devo dire che la copertina non mi ha di certo affascinato. In più le innumerevoli pagine mi hanno spaventato all’inizio, e ho iniziato il libro certo che lo avrei abbandonato presto. Invece ho scoperto una storia molto particolare, cosa che non mi aspettavo. Nonostante tocchi argomenti scottanti e scomodi, questo libro è entrato nella mia top ten! Grazie per il suggerimento, non avrei mai scoperto questo romanzo!

    1. Anch’io ho scoperto questo libro grazie ad Amazon. La tematiche trattate e la trama sono state una piacevolissima scoperta. L’ho letto tutto d’un fiato!
      Grazie a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.