Crea sito

“Un anno per un giorno” – cambieresti il tuo passato?, Massimo Bisotti

Il romanzo “Un anno per un giorno” è l’ultimo romanzo pubblicato nel 2016 dallo scrittore romano Massimo Bisotti, diventato famoso grazie al suo libro “La luna blu. Il percorso inverso dei sogni”.

Alex Gioia è un affermato cantante italiano. Il suo essere famoso gli permette di vivere della sua grande passione, la musica. La sua vita, vista da fuori appare perfetta: adulato dal pubblico, amato dalle donne, richiesto in vari concerti. Ma negli ultimi tempi, Alex sembra aver perso l’ispirazione, e non riesce più a scrivere dei buoni testi per le sue canzoni. Così, decide di prendersi un periodo di pausa e di trascorrere un po’ di tempo a Parigi.

Qui il protagonista si ritrova a pensare alla sua vita e del suo più grande rimpianto: non aver potuto vivere fino in fondo la sua storia d’amore con Greta, una ragazza più giovane di lui, conosciuta durante un evento a Napoli. Alex e Greta si sono rincorsi, si sono sfiorati, ma il momento per loro non è stato mai quello giusto.

Un giorno, in metropolitana, Alex incontra Nirvana, una ragazza dal comportamento bizzarro. Affascinato, Alex si mette a discutere con lei delle mancate occasioni della sua vita e del suo più grande rimpianto. Nirvana gli fa così un dono molto particolare: “queste sono apparentemente delle semplici bolle di sapone ma servono a riportarti dove vuoi. Potrai tornare a riscattare un giorno della tua vita passata, dando un anno della tua vita attuale. Un anno per un giorno.

Ad Alex non sembra vero, è proprio il regalo che fa per lui. Non vede l’ora di tornare indietro nel tempo, cambiare il suo passato e vivere a pieno la storia d’amore con Greta.

Riuscirà Alex a cambiare il suo passato? E’ davvero così semplice giocare con il tempo?

Il tema principale del romanzo “Un anno per un giorno” è il tempo. Riflettendo sulla sua vita, Alex si rende conto di aver sprecato molto tempo ad inseguire una felicità effimera, a discapito di relazioni più profonde. Grazie al dono di Nirvana però, al protagonista viene data la possibilità di tornare indietro nel tempo, per poter cambiare le cose, e vivere tante vite diverse.

Alex comincerà così a fare piccole e grandi modifiche nel suo passato, ignaro delle conseguenze. Ma “anche le piccole decisioni che hai preso, i rapporti che non hai approfondito, quelli che ti sono sembrati apparentemente insignificanti, hanno avuto in realtà il potere di mutare l’intero percorso della tua storia”. Cambiare il corso degli eventi può essere molto pericoloso, e Alex lo scoprirà a proprie spese.

Su un piano più profondo, il romanzo vuole porre l’attenzione del lettore anche sulla caducità delle cose terrene, compreso l’amore. Così come le bolle di sapone di Nirvana scoppiano senza lasciare traccia, anche le emozioni più coinvolgenti e profonde sono destinate a finire. La stessa Greta, coprotagonista del romanzo, non compare mai tra le pagine del libro, se non come ricordo di Alex, e rimane una presenza aleatoria quasi sullo sfondo.

“A volte ci si separa solo per ritrovarsi interi”.

L’intera vicenda è ambientata a Parigi, ma i continui ricordi di Alex ci riportano spesso a Napoli, dove da ragazzo aveva conosciuto Greta. I continui flashback e flashforward interrompono il corso della vicenda, ma permettono di capire l’insoddisfazione del protagonista, e la pena che prova nel ripensare alla sua storia d’amore mai sbocciata.

Nonostante abbia tutto quello che si possa desiderare dalla vita, Alex è perennemente insoddisfatto. L’unica cosa che gli servirebbe è il tempo, che purtroppo, per lui, sta diventando molto poco.

Un romanzo molto profondo, strutturato su più livelli paralleli, che invita alla riflessione personale e, forse, vi farà versare qualche lacrima.

“Noi amiamo essenzialmente quello che ci manca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.