Crea sito

23 aprile – Giornata mondiale del libro

La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, nota anche come Giornata del libro e delle rose, è un evento patrocinato dall’ UNESCO per promuovere la lettura, lapubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright.

Questa iniziativa, organizzata per la prima volta nel 1996, viene organizzata ogni anno il 23 aprile con numerose manifestazioni in tutto il mondo.

L’obiettivo della Giornata è quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell’umanità.
Il 23 aprile è stato scelto in quanto è il giorno in cui sono morti nel 1616 tre importanti scrittori:

– lo spagnolo Miguel de Cervantes (1547-1616)

– l’inglese William Shakespeare (1564-1616)

– il peruviano Inca Garcilaso de la Vega (1539-1616).

Nello stesso giorno, oltre ad essere nato anche Shakespeare, sono nati:

-il francese Maurice Druon (1918-2009)

-il russo Vladimir Nabokov (1899-1977)

-il colombiano Manuel Mejía Vallejo (1923-1998)

-l’islandese Halldór Laxness (1902-1998), vincitore del premio Nobel.

La Giornata del libro viene festeggiata ogni anno in Catalogna. In data 23 aprile ricorre anche la festa di san Giorgio, patrono di Barcellona e della Catalogna.

Eventi organizzati durante la giornata del 23 aprile

Flash-mob, incontri con gli autori e gli editori, momenti di lettura condivisa, iniziative di ogni genere su tutto il territorionazionale e in tutto il mondo, con il coinvolgimento di migliaia di biblioteche, autori e lettori. In Italia la Giornata del libro dà il via a Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale del Ministero per i Beni culturali nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile.

E dall’estero arriva invece una curiosa novità: nella notte tra il 22 e il 23, durante la World Book Night, volontari e appassionati  inglesi e americani saranno impegnati nella donazione di centinaia di migliaia di libri a persone che, per qualsiasi ragione, non leggono o non posseggono libri. L’amore per la lettura si può trasmettere in molti modi.

Curiosità
La tradizione, risalente al Medioevo, vuole che proprio nel giorno di San Giorgio ogni uomo doni una rosa rossa alla propria donna. Così ancora oggi i librai della Catalogna usano regalare una rosa per ogni libro venduto il 23 aprile. E a Barcellona la tradizionale passeggiata per le Ramblas invase di banchetti pieni di libri e di rose è uno degli eventi più suggestivi dell’anno.

 

Questa tradizione, peraltro molto particolare, viene richiamata e descritta nei libri dell’autore spagnolo Carlos Ruiz Zafon.