Crea sito

“La vittima perfetta” – dolore e vendetta, Robert Bryndza

Dopo il successo mondiale del romanzo “La donna di ghiaccio”, l’autore Robert Bryndza pubblica nel 2018 il suo secondo romanzo, “La vittima perfetta”.

E’ un’estate torrida e particolarmente afosa a Londra. Quando sembra che tutti, criminali compresi, si siano presi una pausa da grande caldo, nella centrale di polizia dove lavora il detective Erika Foster arriva una chiamata per omicidio. Un medico piuttosto noto e’ stato ritrovato morto, completamente nudo e ammanettato al letto, con in testa un sacchetto di plastica. In casa non ci sono segni di scasso, sembra solo un gioco erotico finito in tragedia.

Pochi giorni dopo pero’, un famosissimo conduttore televisivo viene trovato morto in circostanze identiche. Il detective Foster inizia cosi’ a capire che il sesso non c’entra niente, ma e’ solo una copertura per deviare i sospetti.

Mentre la citta’ e’ sempre piu’ scossa e spaventata, la polizia brancola nel buio perche’ apparentemente gli uomini trovati morti non hanno niente in comune.

Erika pero’ inizia ad intravedere un certo schema e cerca di capire chi si nasconde dietro questi omicidi. Ma mentre la detective cerca di mettere insieme le tessere del puzzle, qualcuno segue ogni sua mossa…

Anche questo secondo romanzo di Robert Bryndza e’ ambientato a Londra, e vede come protagonista la detective Erika Foster. Dopo essere rimasta prematuramente vedova e senza figli, la vita di Erika ha come unico scopo il lavoro. Proprio il lavoro che lei ama le ha strappato il marito troppo presto, lasciandola sola e senza amici. Erika ha un fiuto particolare per gli omicidi, riesce a vedere oltre la scena del crimine. Per questo capisce subito che gli omicidi non sono a sfondo sessuale, ma c’e’ ben altro, molto piu’ profondo.

Il serial killer che stanno cercando e’ preciso, conosce le abitudini delle vittime, le spia, le segue, penetra nelle loro case senza lasciare traccia, le uccide prendendosi il tempo necessario e le mette in posa.

Un medico, un conduttore televisivo e uno scrittore. Cos’hanno in comune tra di loro? A parte il fatto di essere uomini, hanno eta’ differenti, sono cresciuti in citta’ diverse e non si conoscevano. Per la polizia, le vittime nascondevano un’indole omosessuale, e sono morti a causa di giochi erotici violenti. Per Erika invece, il modus operandi dell’assassino e’ molto simile ad una vendetta personale preparata nei minimi dettagli.

Quando la Foster inizia ad annodare tutti i fili, una serie di colpi di scena la porteranno su una pista completamente diversa. Riuscira’ Erika a smascherare l’assassino rimanendo incolume?

L’autore e’ un vero maestro nel descrivere gli omicidi. Con gli occhi dell’assassino aspettiamo pazientemente la vittima prescelta e la spiamo entrare in casa dopo il lavoro. Ma gli uomini non sanno che nell’ombra li aspetta una figura silenziosa, fredda e calcolatrice, che ha studiato a lungo le loro abitudini, e andra’ a colpo sicuro nell’ucciderli.

Il romanzo, scritto in terza persona, segue le indagini del detective Foster e i preparativi dell’assassino, portando avanti la storia da punti di vista paralleli ma opposti. Il lettore si sentira’ un po’ un deus ex machina, perche’ sapra’ in anticipo chi verra’ trovato assassinato, e seguira’ passo passo le indagini, con i vari progressi e le clamorose battute d’arresto. Proprio grazie a questo stile narrativo, il ritmo del racconto si fa molto incalzante, tanto che vorremmo essere noi a suggerire la soluzione ad Erika e a risolvere cosi’ il caso.

Come il romanzo precedente, anche questo libro si conclude lasciando un po’ l’amaro in bocca. Quando il serial killer viene smascherato (o si lascia trovare?), Erika, che e’ riuscita a sviluppare una grande empatia con lui, non riesce a non chiedersi se anche lei avrebbe reagito cosi’ nelle stesse condizioni. Un thriller coinvolgente, con una conclusione che fa riflettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.