Crea sito

“Il profumo delle foglie di tè”- segreti e cambiamenti, Dinah Jefferies

Il romanzo “Il profumo delle foglie di tè” è stato scritto dall’autrice Dinah Jefferies e pubblicato nel 2015. Tradotto in diciassette lingue, nel 2016 è stato l’e-book più venduto.

Ceylon, anni Venti. Gwendolyn Hooper, novella sposa diciannovenne, approda a Colombo dopo aver lasciato l’Inghilterra per raggiungere il marito Laurence, proprietario di alcune grandi piantagioni di tè. I nuovi profumi e colori inebriano Gwen, che non vede l’ora di cominciare la sua nuova vita da donna sposata.

Ma Laurence le sembra completamente diverso rispetto all’uomo conosciuto a Londra. Distaccato e preso dal lavoro nella piantagione, non ha molto tempo da dedicare alla moglie, che trascorre la maggior parte del suo tempo a sbrigare le faccende di casa aiutata dai domestici.

La grande casa coloniale dove vivono gli Hooper sembra nascondere misteri e segreti, che lentamente Gwen riporta alla luce. Un velo da sposa ingiallito, dei vestitini da neonato, una piccola tomba in un angolo del giardino, sono tutti indizi che svelano a Gwen la vita di Laurence prima di lei.

Le cose sembrano migliorare quando la ragazza resta incinta. Ma il momento del parto riserverà una sorpresa inconfessabile, che Naveena, la fedele domestica, aiuterà a seppellire.

Dopo un silenzio durato anni, per Gwen arriverà il momento di confessare la scomoda verità. Riuscirà a salvare il suo matrimonio? Le cose sono veramente ciò che sembrano?    

Il romanzo, così come la storia di Gwen, si apre nel pieno di un cambiamento. Accogliamo la giovane sposa che approda a Colombo, una città per lei tutta nuova, che la strega con profumi e colori così diversi rispetto a quelli a cui è abituata in Inghilterra. Qui Gwen inizierà la sua vita da donna sposata, lontanissima da casa, a fianco di un uomo che conosce appena.

Fin da subito però le cose non vanno come la ragazza aveva sperato. Il marito Laurence le appare distaccato, quasi impaurito dalla sua presenza, tanto da trascorrere la maggior parte del tempo nella piantagione di tè. Gwen fa fatica ad inserirsi nelle amicizie del marito, non viene rispettata dai domestici e ha un rapporto altalenante con Verity, sua cognata.

Una notte, mentre Laurence è a Colombo e Verity ad una festa, per Gwen arriva il momento del parto, momento che cambierà per sempre la sua vita. Da questo momento, Gwen vivrà nel dolore e nella menzogna, sempre sull’orlo di confessare tutto, salvo poi pentirsi per salvare il matrimonio. Non riesce a capacitarsi di ciò che è accaduto, e non potendolo confessare a nessuno, la ragazza trascorre le sue giornate nel dubbio. La soluzione arriverà parecchi anni dopo, prorompente e inaspettata, mettendo la parola fine ai tormenti di Gwen. Sarà un finale liberatorio?

“La vita andava avanti, pensò Gwen. Dio solo sapeva come, ma era così. Perciò sperò che forse, un giorno, sarebbe stata così fortunata da trovare un modo per perdonarsi.”

L’isola di Ceylon con le sue piantagioni di tè fa da sfondo a tutta la vicenda. Il tempo atmosferico e gli eventi del Paese sembrano seguire l’umore di Gwen, alternando giornate soleggiate a violenti monsoni. La situazione sull’isola sta cambiando, aumentano i tumulti e le rivolte dei singalesi e dei tamil indiani, che sopportano sempre meno la sovranità inglese e la società classista.

Oltre ai suoi tumulti interiori, Gwen si vede costretta a dover gestire la piantagione sull’orlo del collasso finanziario e Christina, una donna americana bellissima, che sembra molto più di un’amica per suo marito.

Un finale pensieroso, in cui la luce del sole è offuscata da alcune scelte fatte in passato che non si possono cambiare. Un invito a riflettere sulla forza dell’amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.